dcsimg

pubblicato il 18 maggio 2016

Sostenibilità e giornalismo: in Sicilia gli studenti scrivono l’energia

Si concluderà il 10 giugno ‘Scrivere l’Energia’, il progetto nato dalla collaborazione tra il Quotidiano di Sicilia, la Fondazione Eni Enrico Mattei e Eniscuola, che ha coinvolto alcune classi delle scuole secondarie di secondo grado delle province di Caltanissetta, Catania, Enna e Ragusa. Il progetto, in linea con la riforma de “la buona scuola” che invita a una didattica innovativa e ad approfondire temi extracurriculari, ha lanciato, attraverso gli studenti, un messaggio di sostenibilità energetica e ambientale partendo dal luogo dove i ragazzi trascorrono gran parte del loro tempo: la scuola. Attraverso il portale www.scriverelenergia.it, gli studenti hanno avuto accesso a un vasto repository: dalle lezioni multimediali alle interviste a giornalisti ed esperti in campo energetico, dal materiale di supporto per valutare in termini energetici l’impatto delle proprie azioni, delle dotazioni scolastiche e delle scelte quotidiane ai consigli per scrivere un buon articolo di giornale. Durante l’anno, gli studenti hanno realizzato un’analisi dell’efficienza energetica della propria scuola, fino a proporre suggerimenti per comportamenti più sostenibili, idee e progetti di efficientamento degli edifici scolastici.

Ogni classe partecipante ha realizzato un elaborato sui temi dell’energia e dell’ambiente, con particolare focus sulla sensibilizzazione della comunità sul tema dell’efficienza energetica. I 15 migliori articoli, valutati e selezionati da esperti della Fondazione Eni Enrico Mattei, sono stati pubblicati sul Quotidiano di Sicilia.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006